Home > Battaglie > La battaglia di Westerplatte (1-7 settembre 1939)

La battaglia di Westerplatte (1-7 settembre 1939)

Cartina dellattacco alla Westerplatte

Cartina dell'attacco alla Westerplatte (clicca per ingrandire)

Westerplatte è una penisola di sabbia, ricoperta di foreste che si trova sulla costa baltica presso la città di Danzica e che si torva all’ingresso del del canale che conduce al porto della città baltica.

Nel 1925 la Società delle Nazioni permise alla Polonia di mantenere un presidio di 88 soldati nella Westerplatte. Prima del settembre 1939 la guarnigione fu portata a 182 soldati. L’armamento era costituito da un cannone da 75 mm, due fucili anticarro Bofors da 37 mm, quatro mortai e alcuni mitragliatrici. A causa delle limitazioni imposte dalla diplomazia on erano presenti foritifcazioni, ma i muri delle caserme e degli edifici presenti sulla penisola erano stati rinforzati con colate di cemeno armato. Inc aso di guerra era previsto che la guarnigione dovesse resistere per 12 ore, tempo necessario all’esercito polacco di giungere in aiuto.

A fine Agosto 1939 la corazzata tedesca “Schleswig-Holstein”, una veterana della Prima Guerra Mondiale, utilizzata come nave scuola, entrò nel porto di Danzica, ufficialmente per una visita di cortesia alla Polonia (notare l’ironia) e si ormeggiò dfronte al Westerplatte.

Verso le 04:00 del 1 settembre 1939 la nave lasciò gli ormeggi e si spostò più ad est, in una posizione migliore per cannonneggiare le postazioni polacche. Alle 04:45 la corazzata aprì il fuoco contro le installazioni della penisola del Westerplatte.

 

Contemporaneamente, da terra, i primi reparti della Wehrmacht cominciarono ad avanzare verso la penisola. A questo punto avvenne quello che i comandi tedeschi non si aspettavano. Per ben due volte gli attacchi tedeschi furono respinti dai soldati polacchi che, grazie ai mortai e alle mitragliatrici ben posizionate e protette, riuscirono a mantenere le posizioni.

Mntre la “Schleswig-Holstein” continuava a sparare ad alzo zero contro le postazioni polacche , fu richiesto l’intervento della Luftwaffe. I JU-87 “Stuka” cominciarono dunque a martellare le postazioni polacche .

Nel frattempo il Maggiore Henryk Sucharski, che si trovava al comando della guarnigione polacca, fu informato dal proprio comando che non era possibile mandargli alcun tipo di aiuto e che dunque doveva cercare di resistere con le forze che aveva.

Nonostante i bombardamenti dal mare, dall’aria e da terra la Westerplatte continuò a resistere per una settimana, impedendo ogni tipo di attacco dal mare contro la città di Danzica. Fu solo il 7 settembre che, esaurite le munizioni, la guarnigione polacca si arrese. In segno di rispetto fu consentito agli ufficiali polacchi di tenere le proprie spade.

Per sette giorni 180 soldati polacchi avevano tenuto testa a più di 3.500 soldati tedeschi, supportati dall’aviazione e dalla marina.  I caduti polacchi ammontarono a 16, quelli tedeschi furono più di 400.

Il luogo è divenuto simbolo della resistenza polacca  ed è stato il centro delle celebrazioni per il 70esimo anniversario dello scoppio della seconda guerra mondiale.

Vist aerea della Westerplatte

Vista aerea della Westerplatte

 

Annunci
Categorie:Battaglie
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: